Un silenzio di pietra

20,00 CHF
SKU: 739
Giovanni Rossetti
ISBN
978-88-8281-452-6
Anno
2016
 Torna a: La Betulla

Giallo ticinese

Formato 12.5 x 21 cm, 240 pagine

«Il volto cinereo del direttore lo confermava: Michele Fazioli, il giornalista più famoso del Ticino, era uno dei pochi clienti entrati in banca il giorno del furto di un milione di franchi.»
Semionico: nella banca Ratteisen sparisce un milione di franchi e muore improvvisamente l’unico impiegato. Alla direzione, che non ha nessun indizio sul furto, conviene fare ricadere la colpa sul defunto. La vedova, sola e straniera, chiama in soccorso Egidio Martinelli, un salumiere in pensione senza nessuna esperienza investigativa. Il compito è arduo: Egidio è ostacolato dalla banca, spiato da misteriosi occhi e il paese intero sembra volerne al defunto per oscure ragioni.
Il salumiere può contare solo sulla sua conoscenza del dialetto e delle abitudini dei ticinesi ma non ha che una settimana a disposizione, il tempo concessogli dalla banca prima di denunciare il defunto impiegato.
Con fine ironia e grande delicatezza, l’autore ci regala un giallo “alla Malvaldi” che cattura il lettore dalla prima all’ultima pagina.

Giovanni Rossetti, pediatra nato nel 1966, vive a Personico. È l’autore di due romanzi di grande successo, La stagione di Semionico e Compromesso svizzero. È fondatore dell’Associazione Amici Ospedali Camilliani in Kenya, alla quale sono devoluti i diritti d’autore di tutte le sue opere (www.karungu.net).

Da: Il Caffè, 11 dicembre 2016